Follonica, Castiglione della Pescaia e dintorni

Follonica

Follonica è una città moderna e vivace con negozi accoglienti, una fresca pineta e belle spiagge attrezzate con stabilimenti balneari confortevoli, gestione sostenibile ed un mare pulito (premiato nel 2014 con Bandiera Blu e 4 Vele di Legambiente e Touring Club). Merita una visita il nuovo Museo Magma, una scatola magica dove muri secolari convivono con moderne tecnologie multimediali. Un viaggio alla scoperta della culla della siderurgia italiana, in uno straordinario monumento di archeologia industriale (il vecchio Forno San Ferdinando) che racconta della fusione della ghisa e della storia locale in modo spettacolare e interattivo.

 

Castiglione della Pescaia

Antico borgo di pescatori, Castiglione della Pescaia nel 2014 è stato premiato, 1° in Italia, con 5 vele dalla Guida Blu di Legambiente e Touring Club e Bandiera Blu per la grande qualità ambientale delle spiagge e degli approdi turistici e per la gestione sostenibile del territorio marino e costiero. Le acque che bagnano il litorale sono, infatti, tra le più pulite d’Italia e consentono piacevoli vacanze sia nelle meravigliose spiagge attrezzate del paese o di Punta Ala, che sugli scogli delle Rocchette o di Punta Capezzolo.

 

La Riserva naturale della Diaccia Botrona

Area naturale protetta caratterizzata dal tipico ambiente palustre che occupa una parte dell’antico Lago Prile.

Zona umida  di importanza internazionale per la sosta, lo svernamento e la nidificazione dell’avifauna acquatica si può visitare anche su di un barchino per apprezzare il paesaggio incontaminato e la natura rigogliosa e selvaggia.  Qui siamo nella Maremma delle paludi dove è possibile fotografare  germani reali,  fenicotteri, aironi bianchi, gru, falchi pescatori e il cavaliere d’Italia.  Interessante ed interattiva la visita alla Casa Rossa, imponente ed originale edificio, oggi museo multimediale, costruito  in epoca settecentesca da Leonardo Ximenes a cavallo di canali navigabili. Non perdetevi l’esperienza del “tappeto sensibile”, momento divertente ed educativo per adulti e bambini e i panorami dal terrazzo della Casa Rossa Ximenes che, in ogni stagione, affascinano ed emozionano.

 

Museo di Vetulonia

Vetulonia, oggi frazione di Castiglione della Pescaia, è stata una delle più potenti città stato dell’Etruria.

Sulle colline che circondano il paese si respirano le orme etrusche nelle tombe monumentali della Pietrera e del Diavolino e nelle suggestive necropoli dell’antica Vatluna.

Inoltre nel Museo archeologico Isidoro Falchi, un’autentica bomboniera, è possibile comprendere la storia Etrusca dalle origini (IX sec. a.C.) fino alla conquista romana (III-I sec. a.C.) attraverso gli oggetti in oro, ambra, bronzo e ceramica ritrovati nelle tombe principesche. Il percorso nel Museo consente una piacevole immersione nella storia e nella cultura Etrusca, fruibile anche dai non vedenti grazie all’accessibilità sia motoria che sensoriale con mappe tattili, audioguide e reperti autentici che si possono toccare.

 

Cala Violina

Collocata nella Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino, Cala Violina è stata premiata come una delle spiagge più belle d’Italia. La sabbia bianca e finissima, camminandoci sopra a piedi nudi, riproduce un suono simile a quello di un violino. Da terra è raggiungibile a piedi, a cavallo o in bicicletta, con una passeggiata nel bosco, dopo aver lasciato l’auto nel parcheggio a numero chiuso (chiedi info in Agriturismo). Insenatura spettacolare abbracciata dalla macchia mediterranea, luogo ideale per bagni rinfrescanti nell’acqua trasparente.

 

Parco della Maremma

Tra Talamone e la foce del fiume Ombrone si estende questa importante area protetta che conserva intatta un’ampia zona di macchia mediterranea oltre all’ambiente umido. Numerosi gli itinerari che è possibile vivere a piedi, in carrozza, in canoa, a cavallo o in mountain bike; tra questi è particolare quello che porta alla torri sui monti dell’Uccellina, costruite vicino alla costa per avvistare i pirati. Emozionante, invece, è il percorso che conduce ai resti dell’Abbazia di San Rabano immersa nel silenzio dei boschi. In questo contesto è facile incontrare daini, cinghiali, vacche maremmane dalla lunghe corna, aironi, caprioli, falchi, volpi e cavalli maremmani. Il Parco dell’Uccellina non è la succursale del Paradiso ma ti dà una sensazione talmente strana che non riesci a capire la differenza…